Perché le donne russe cercano uomini stranieri?

Perché le donne russe cercano marito all’estero? Beh, la risposta sembra semplicissima: nella ex URSS non sono soddisfatte della propria vita affettiva e non hanno grandi probabilità di trovare un marito russo che le rispetti e le sappia amare.
Gli uomini russi sono spesso persone interessanti, ma non bravi mariti. Non esiste una tradizione familiare in Russia, e gli uomini si comportano secondo gli usi della società in cui sono cresciuti.
Le ragazze russe non hanno problemi a trovare fidanzati quando hanno vent’anni. E’ più tardi che sorgono i problemi. I bravi uomini si sposano presto, e difficilmente divorziano per tornare sul mercato. Gli altri non potranno mai essere bravi mariti. Per una donna di trent’anni, è quasi impossibile trovare un marito russo coetaneo o più anziano.

I motivi sono essenzialmente due.
Primo, l’alcol. Il numero di uomini russi alcolizzati è altissimo, e la vita media non supera i 57 anni per questa ragione. Le donne vivono molto più a lungo.
Secondo, la sproporzione demografica. Nella ex URSS ci sono molte più donne che uomini. La Lettonia, ad esempio, sta nel guinness dei primati per questo motivo. 100 donne per 88 uomini, e di questi 88 i pochi bravi sono sposati, e una buona metà sono alcolizzati.

Inoltre, argomento quasi tabù, nella ex URSS esiste una forte discrimazione sessuale. Non esiste uguaglianza, e la violenza sulle donne è un problema grave e diffuso.
La violenza sulle donne sarebbe un reato, ma in realtà è largamente tollerata.
A Mosca, una indagine ha mostrato che un terzo delle donne divorziate erano state picchiate dal marito. Spesso, quelle non divorziate non parlano. Si stima che le denunce non superino l’1% dei casi.

La scelta dell’uomo straniero è dunque una scelta quasi obbligata.